Cosa sono i vani e come si calcolano
Rating: 4.0/5. From 1 vote.
Please wait...

Molto spesso mi capita che, davanti ad una visura catastale, mi si chieda cosa sono i VANI e perchè la loro casa abbia solo “5,5 vani” piuttosto che “7 vani quante sono le stanze dell’appartamento”.

⚠️ I vani catastali non corrispondono ai vani fisici delle abitazioni. È bene che lo sappiate subito!!!

✔ I vani catastali sono i locali utili effettivi detti anche vani principali (camere, stanze, saloni, soggiorni, ecc.); in linea di massima l’ampiezza di un vano non può superare i 15/20 mq;
➡️I vani principali vengono contati un vano⬅️
( La cucina viene contata un vano indipendentemente dalla superficie)

➡️Gli accessori diretti (bagni, ripostigli, ingressi, corridoi, ecc.) vengono contati un terzo di vano⬅️

➡️Gli accessori complementari (soffitte, cantine, ecc.) vengono contati un quarto di vano⬅️

✔La consistenza viene arrotondata al mezzo vano!
Faccio un esempio per farti capire subito: se dal conteggio della consistenza risultano vani 5,21 si arrotonda a vani 5; se invece dal conteggio della consistenza risultano vani 4,62 si arrotonda a vani 4,5; così come se dal conteggio della consistenza risultano vani 6,81 si arrotonda a vani 7.

✔ Invece, per quanto riguarda gli immobili a destinazione commerciale (gruppo C, come negozi C/1, magazzini C/2, garage C/6, ecc.) la consistenza viene espressa in metri quadrati che corrispondono alla superficie netta di tali immobili.

Fanno eccezione i negozi (categoria C/1) per i quali vengono contati per intero i metri quadrati dei locali principali (effettivamente adibiti a negozio, bottega, bar, ristorante, ecc.) mentre i locali accessori (retrobottega, servizi igienici, locali di deposito, ecc.) vengono calcolati in percentuale (mediamente del 50%); sempre per i negozi la percentuale riferita alle dipendenze può arrivare fino al 20% della consistenza.

147 Visite totali, 1 visite odierne

Leave a comment.

Your email address will not be published. Required fields are marked *.